fbpx
GianMaria Zapelli elsewhere

Un contributo psicologico
per una vita consapevole,
gentile ed etica.

Essere in ascolto

Essere in ascolto

Ascoltare è essere-in-ascolto. Quando ciò che siamo è in ascolto, quello che ascoltiamo ci raggiunge, e non può più essere negato, ignorato. Si deposita in noi. Essere-in-ascolto è un’apertura disarmata, che si espone all’irrimediabile e all’indimenticabile. Per questo difficilmente si-è-in-ascolto, più frequentemente è una pratica, una strumentazione comunicativa e pre-stabilita.  L’ascolto che ci fa essere-in-ascolto è un’esperienza rischiosa, di de-(a)bilitazione identitaria, perché è fatto di domande, di interrogativi che si protendono dove le proprie certezze potrebbero trovare una fragilità. E’ un ascolto che squarcia i confini attraverso i quali l’io si assicura un equilibrio e custodisce una continuità. Se sono-in-ascolto incontro sempre ciò che non so, o non so abbastanza, risposte che mi incrinano. Quanto io-ti-ascolto scopro ciò che non ho capito abbastanza, ciò che non ho visto abbastanza ciò che non sono stato abbastanza o che sarei potuto essere, scopro ciò che non so fare o che temo di fare. Trovo braci sotto la sabbia, ciò che mi fa essere meno o ciò che potrebbe farmi essere di più, scopro di essere più codardo di quel che credo o di avere bellezza che richiede coraggio per farla mia. Ascoltare è un modo di essere, prima che una modalità d’agire.

 

Potrebbe interessarti
CERCA ANCHE ALTROVE.
Parole per ispirarti
ESPLORA L'ARCHIVIO
Cerca ciò che ti incuriosisce, le idee e le parole per il tuo lessico personale.
PODCAST

Pensieri da ascoltare.

NEWSLETTER

Unisciti anche tu

Ricevi settimanalmente due post per essere anche altrove.

La tua email sarà protetta. Potrai sempre annullare l’iscrizione.
Se vuoi sapere con più precisione come verrà protetta la tua email leggi la privacy policy.